PIF Il Coltivare Rigenerativo

Al fine di dare maggiore completezza e contestualizzazione alla strategia di sviluppo “rigenerativa”, già avviata nell’ambito culturale e turistica, con aspetti di produttività agricola e di filiera mettendone in rete 2 DOP Olio Campani (Colline Salernitane e  Cilento) con la costituzione dell’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) Il Coltivare Rigenerativo.
Hanno aderito all’ATS Il Coltivare Rigenerativo 51 Soggetti fra imprese della Filiera Olivicola Olearia, Enti di Ricerca e formazione ed Enti Pubblici, fra cui la Comunità Montane  Calore Salernitano, la Comunità Montana Alburni ed  i Comuni di: Aquara, Altavilla Silentina, Controne, Felitto, Piaggine, Roscigno e Stio.
Il Progetto Integrato di Filiera (P.I.F.) Il Coltivare Rigenerativo viene ammesso al finanziamento dalla Regione Campania con il PSR 2007/2013, giusta DGR n° 564 del 22.07.2010, per l’importo di 14 M€uro, tenendo presente l’utilizzo dei restanti 2 fondi (FERS ed FSE).
Il 25 Maggio 2011 viene costituito il Consorzio di Filiera Il Coltivare Rigenerativo Scrl con 26 imprese olivicole olearie.
Inoltre, il PIF per come è stato concepito in Regione Campania come strumento, non ha concesso la possibilità d’attuazione degli stessi in territori già di per sé svantaggiati e con presenza di un’altissima frammentazione d’impresa, favorendone i  processi di filiera, esclusivamente,  in aree di agricoltura intensiva.